sciroppo d'agave

Lo Sciroppo d’Agave è un prodotto naturale? Ecco quali insidie nasconde

Lo sciroppo d’agave chiamato anche nettare di agave, è un prodotto ormai divenuto popolare in gran parte grazie al marketing intelligente che posiziona il prodotto come una sana alternativa allo zucchero e dolcificanti artificiali e spesso pubblicizzato come zucchero a basso indice glicemico.

Esistono oltre 100 specie di piante di agave, in una vasta gamma di formati e colori.

La pianta di agave è originaria del Messico e del Sud America.

Le parti commestibili di agave sono: fiori, foglie,steli e la linfa. Ed è proprio dalla linfa della pianta che si ricava lo sciroppo d’agave.

Ha un sapore più dolce del miele e si scioglie facilmente in bevande fredde.

Dall’ agave fermentata si ricava la famosa tequila.

Ma lo sciroppo d’agave che troviamo in commercio non è un prodotto salutare come pensiamo.

Il mito dello sciroppo d’Agave come un “sano” sostituto dello zucchero

  • L’agave NON è un alimento né naturale né biologico.

La linfa della pianta di agave infatti viene completamente elaborata chimicamente ed è noto come idrolizzato di fruttosio.

Secondo il Dr. Ingrid Kohlstadt, della American College of Nutrition:

 “…l’agave è quasi tutti fruttosio…”

  • Lo sciroppo d’agave non è a basso contenuto calorico.

Contiene circa 16 calorie per cucchiaino, le stesse calorie dello zucchero da tavola.

  • Lo sciroppo d’agave NON può avere un basso indice glicemico.

A seconda di dove viene l’agave e la quantità di calore utilizzato per elaborarlo, lo sciroppo di agave può contenere dal 55%  al 90% di fruttosio! 

Per questo lo sciroppo di agave non è un prodotto per diabetici, così come viene pubblicizzato. Pochissimi studi sull’agave sono stati documentati. Non ci sono stati studi clinici condotti in sicurezza sui diabetici.

Poiché la maggior parte di sciroppo d’agave ha un’alta percentuale di fruttosio, alza il livello di zucchero nel sangue proprio come farebbe lo zucchero normale, con il rischio di aumentare i vostri livelli di trigliceridi . E’ anche importante capire che, mentre il glucosio degli altri zuccheri, viene convertito in glucosio nel sangue, il fruttosio il fegato invece lo converte in grassi e colesterolo.

Un pericolo significativo è che il fruttosio non stimola la vostra insulina, né aumenta la produzione di leptina, due sostanze importanti per la regolazione dell’appetito. (Questo è stato dettagliato in una delle più approfondite analisi scientifiche pubblicati fino ad oggi su questo argomento.)

Poiché insulina e leptina agiscono come segnali chiave nel regolare la quantità di cibo che si mangia e il peso del corpo, il fruttosio nella dieta può anche contribuire ad aumentare il vostro peso corporeo.

Pertanto, se avete bisogno di perdere peso, il fruttosio è un tipo di zucchero che si dovrà sicuramente evitare.

Lo sciroppo di agave commercializzato nasconde altre insidie  

                                                                     

  • Come abbiamo già detto alcune varietà contengono dal 55% fino al 97% di fruttosio. Il fruttosio crea danni al fegato (steatosi epatica detto anche “fegato grasso”) e al cuore aumentando i livelli di colesterolo e la resistenza all’ insulina.

 

  • Lo sciroppo d’agave venduto al supermercato è  elaborato e trattato chimicamente per evitare che il prodotto irrancidisca. L’agave quello tradizionale del Sud America ha  un sapore più intenso e troppo piccante rispetto a quello commercializzato, il sapore viene addolcito per essere più facilmente venduto. Sono pochissimi i produttori di agave tradizionale non trasformato.

 

  • Sono stati trovati alti livelli di pesticidi in alcune spedizioni di sciroppo d’agave è bene comprare prodotto con certificazione biologica

 

  • Nel processo di lavorazione dello sciroppo di agave gli ingredienti vengono riscaldati a temperature estremamente elevate distruggendo tutti i principi nutritivi della pianta, quindi non ha nessun valore nutrizionale e inibisce la capacità del corpo di assorbire il rame minerale essenziale utile per trasportare l’ossigeno alle cellule attraverso il sangue.

 

  • Il fruttosio può anche interferire con la capacità del corpo di metabolizzare il rame. Ciò può portare ad una deplezione di collagene ed elastina, che sono tessuti connettivi vitali. Una carenza di rame può anche provocare anemia, ossa fragili, difetti nelle arterie, infertilità, colesterolo alto e malattie cardiache, ed i livelli di zucchero nel sangue non controllate.

 

  • Il consumo di fruttosio ha dimostrato di aumentare significativamente l’acido urico. Elevati livelli di acido urico sono i marcatori per le malattie cardiache. È stato anche dimostrato di aumentare l’acido lattico ne sangue, soprattutto nei diabetici. L’innalzamento di acido lattico può causare acidosi metabolica.

 

  • Isolato il fruttosio non ha enzimi, né vitamine o minerali e può anzi derubare il corpo di queste sostanze nutritive. Quindi, il consumo di fruttosio può anche portare alla perdita di minerali vitali come calcio, ferro, magnesio e zinco.

 

  • Come tutti gli zuccheri va consumato moderatamente.

Ecco valide alternative allo sciroppo d’Agave:

Gulamerah da Bali - Zucchero Integrale di Cocco
Zucchero integrale dai fiori di cocco

Voto medio su 92 recensioni: Da non perdere

Xilitolo di Betulla

Voto medio su 32 recensioni: Buono

Stesweet - Stevia - 250 Compresse
Stevia è un sostituto naturale dello zucchero

Voto medio su 27 recensioni: Buono

Miele Acacia - 1000 g
1000 gr

 

N.B.: Le informazioni fornite su questa pagina hanno scopo puramente informativo; esse non possono  sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *